Pubblicato il 08/02/2013
da Laura R.,

La buona notizia è arrivata il 5 febbraio, quando l’Uruguay ha depositato la sua ratifica alle Nazioni Unite . Si tratta della decima, la più importante perché grazie a essa finalmente il Protocollo opzionale al Patto sui diritti economici, sociali e culturali entrerà in vigore!

Dopo Argentina, Bolivia, Bosnia-Erzegovina Ecuador, El Salvador, Mongolia, Portogallo, Slovacchia e Spagna, anche l’Uruguay dimostra il suo impegno per la realizzazione dei diritti economici, sociali e culturali dei propri cittadini.

Pubblicato il 06/02/2013
da Laura R.,
Si celebra oggi, 6 febbraio, la Giornata Leggi tutto...
Pubblicato il 04/02/2013
da Laura R.,

Il 30 gennaio un tribunale distrettuale olandese dell'Aia si è pronunciato sulla responsabilità della Royal Dutch Shell per l'inquinamento prodotto dalla sua sussidiaria la Shell Petroleum Development Company (SPDC) nel delta del fiume Niger, in Nigeria. La causa contro la Shell era stata intentata nell’ottobre dello scorso anno da quattro contadini nigeriani originari dell'Ogoniland,   supportati dall'associazione ambientalista  Friends of the Hearth International con l’accusa di aver inquinato campi coltivati e corsi d'acqua dei villaggi di Goi, Oruma e Ikot Ada Udo fra il 2004 e il 2007. 

Solo un ricorrente su quattro ha vinto e otterrà un risarcimento da parte dell’azienda. Una buona notizia perché per la prima volta nella storia, una vittima degli abusi della Shell in Nigeria è riuscita ad aggirare tutti gli ostacoli per avvicinarsi a qualcosa che somiglia alla giustizia. Eppure di strada ce n’è ancora tanta da fare, leggiamo una valutazione della sentenza – riportata integralmente - della nostra collega Audrey Gaughran, direttrice del Programma Africa di Amnesty International.

Pubblicato il 29/01/2013
da Virginia,
Il World Economic Forum 2013 si è appena concluso. Oltre 1000 ospiti, leader politici e religiosi e , rappresentanti delle organizzazioni internazionali, studiosi ed economisti di fama mondiale hanno discusso di crisi economica mondiale ma anche povertà e violazioni dei diritti umani.
Leggi il post di Martina Rogato del Coordinamento diritti economici, sociali e culturali di Amnesty International.

 

Pubblicato il 25/01/2013
da Laura R.,

Il 22 gennaio, la Croazia ha firmato la Convenzione del Consiglio d'Europa sulla prevenzione e la lotta contro la violenza sulle donne e la violenza domestica portando così a 26 i paesi firmatari – Italia compresa - di questo importante strumento chevincola giuridicamente gli stati in materia di violenza sulle donne e violenza domestica.

 

Pubblicato il 16/01/2013
da Alberto_,

RespectMyRights.org  è una nuova piattaforma digitale rivolta a  ragazze e ragazzi di tutto il mondo  per approfondire il legame tra povertà e diritti umani, condividere le loro idee e attivarsi insieme ad Amnesty International all’interno della campagna “Io pretendo dignità”.

respectmyrights.org