Il Protocollo opzionale entrerà in vigore!

La buona notizia è arrivata il 5 febbraio, quando l’Uruguay ha depositato la sua ratifica alle Nazioni Unite . Si tratta della decima, la più importante perché grazie a essa finalmente il Protocollo opzionale al Patto sui diritti economici, sociali e culturali entrerà in vigore!

Dopo Argentina, Bolivia, Bosnia-Erzegovina Ecuador, El Salvador, Mongolia, Portogallo, Slovacchia e Spagna, anche l’Uruguay dimostra il suo impegno per la realizzazione dei diritti economici, sociali e culturali dei propri cittadini.

Il Protocollo, adottato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 2008, entrerà in vigore il 5 maggio 2013 nei 10 paesi che lo hanno ratificato , ma avrà effetti in tutto il mondo. Gli stati che hanno firmato ma non ratificato, come l’Italia, saranno incoraggiati a fare dei passi avanti.

Nel frattempo, dal 5 maggio, i cittadini di 10 paesi parte del Protocollo che dovessero subire violazioni dei loro diritti economici, sociali e culturali e non riuscissero a ottenere giustizia nel loro paese, potranno rivolgersi al Comitato per i diritti economici, sociali e culturali delle Nazioni Unite.

Secondo l'ex Alto commissario per i diritti umani delle Nazioni Unite, Louise Arbour, il Protocollo "fornirà una piattaforma importante per denunciare le violazioni spesso connesse alla povertà , alla discriminazione e alla negligenza, e che troppe volte le vittime, indifese, sopportano in silenzio.  Aiuterà quelle persone che altrimenti sarebbero isolate e impotenti a farsi ascoltare dalla comunità internazionale".   Un messaggio importante per uno strumento che dà forza alla protezione dei diritti umani. 

 

 

 

0
Il tuo voto: Nessuno




buy cvv2;dumps cc cvv;online cc shop